lunedì 30 aprile 2012

Fr. Salvatore Zavarella ofm - RIP

Verso le ore 23,15 di venerdì 27 aprile 2012, presso l’Infermeria provinciale di S. Maria degli Angeli, Assisi, è passato da questo mondo al Padre FR. SALVATORE ZAVARELLA,OFM, instancabile promotore delle Missioni.
I funerali si celebreranno lunedì 30 aprile 2012 alle ore 15,00, presso la Basilica di Santa Maria degli Angeli. Raccomandiamo a tutti il ricordo nella preghiera.
******

Fr. Salvatore è nato a Pratola Peligna (in Provincia dell’Aquila) il 10 ottobre  del 1921; nel 1933, all’età di 12 anni, è entrato nell’Ordine dei Frati Minori.
Ha vissuto i primi anni della formazione iniziale presso i Conventi di Città di Castello, Farneto, Monteripido e Santa Maria degli Angeli; in particolare, presso il Convento SS. Annunziata di Amelia, il 16 settembre del 1937 - con la  Vestizione - ha iniziato il Noviziato, che si è concluso un anno dopo con la Professione semplice.
Qui alla Porziuncola ha emesso la Professione Solenne l’8 dicembre 1942, e il 10 marzo del 1946 è stato ordinato sacerdote da Mons. Ambrogio Acciari, Arcivescovo di Rodi.
In seguito, ha proseguito i suoi studi universitari presso la Pontificia Università Urbaniana a Roma, dove ha conseguito prima la Laurea e poi, nel 1980, il Dottorato in Missionologia. Inoltre, ha anche frequentato per 4 anni la Facoltà di Scienze Politiche a Perugia.
Nell’arco della sua lunga vita francescana e sacerdotale, fr. Salvatore ha svolto diversi incarichi, sia a servizio dell’Ordine, sia della Provincia, ed anche nella società civile: terminati gli studi – negli anni dal 1951 al 1954 – ha effettuato una capillare e prolungata visita all’America Latina a scopo scientifico per la ricerca negli archivi di documenti sull’evangelizzazione missionaria dei francescani. In seguito, P. Salvatore ha effettuato dal 1962 ad oggi ben altri 45 itinerari missionari: 20 in America Latina, 5 in America del Nord, 7 in Estremo Oriente; 8 in Medio Oriente e 5 in Africa. Inoltre, grazie alla sua conoscenza profonda dell’Evangelizzazione dell’America e della Cina, ha prodotto numerose ed importanti pubblicazioni.
All’interno delle attività educative e scolastiche, oltre ad essere stato insegnante, per 20 anni ha svolto funzioni di Dirigente scolastico dell’Istituto Professionale di Stato e di Vice-Preside dell’Istituto Tecnico Industriale, della Scuola Media, e del Liceo Scientifico a Santa Maria degli Angeli. Per 21 anni è stato il Direttore dell’Istituto “Patrono d’Italia”, dove fino al 1975 sono stati ospitati gli orfani di guerra. Per ben 32 anni – dal 1974 al 2006 - è stato Direttore del Centro Missionario Nazionale Francescano e Direttore della Rivista “Missioni Francescane”; per 17 anni è stato Definitore provinciale; per 27 anni è stato Presidente della Fondazione Francescana “Oasi S. Francesco d’Assisi” in Campo di Giove nella Diocesi di Sulmona.
Per i diversi impegni educativi-scolastici, nel 1962 p. Salvatore è stato insignito del Diploma di Cultura ed Arte con medaglia d’argento dal Presidente della Repubblica Italiana. Inoltre, il 13 gennaio 2007, ha ricevuto l’Onorificenza di cittadino benemerito della Città di Assisi “quale promotore di utili e importanti iniziative”.
Per tutta la sua vita P. Salvatore ha continuato il suo instancabile lavoro di promozione delle Missioni ad gentes; solamente pochi mesi fa, a causa dell’età e dell’aggravarsi di alcuni problemi di salute, dal  Convento di Santa Maria degli Angeli, dove ha praticamente sempre vissuto, si è dovuto trasferire presso la nostra Infermeria provinciale. Proprio in questo luogo, alle ore 23,15 di venerdì 27 aprile 2012, il Signore l’ha chiamato a sé.
P. Salvatore aveva 90 anni di età, 73 di professione religiosa e 66 di sacerdozio.



Per sapere di più visita qui


domenica 29 aprile 2012


IV Domenica di Pasqua
La domenica di Buon Pastore

Il Buon Pastore - prima metà V secolo - Ravenna, Mausoleo di Galla Placidia

Io sono il buon pastore. Il buon pastore dà la propria vita per le pecore.
Il mercenario - che non è pastore e al quale le pecore non appartengono - vede venire il lupo, abbandona le pecore e fugge, e il lupo le rapisce e le disperde; perché è un mercenario e non gli importa delle pecore.
Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me,
così come il Padre conosce me e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore. E ho altre pecore che non provengono da questo recinto: anche quelle io devo guidare. Ascolteranno la mia voce e diventeranno un solo gregge, un solo pastore. Per questo il Padre mi ama: perché io do la mia vita, per poi riprenderla di nuovo. Nessuno me la toglie: io la do da me stesso. Ho il potere di darla e il potere di riprenderla di nuovo. Questo è il comando che ho ricevuto dal Padre mio.
(Gv 10,11-18)

Roma, Catacombe di Priscilla - Buon Pastore


Yo soy el buen Pastor: conozco a mis ovejas, y mis ovejas me conocen a mí.
(Juan 10,14)

I am the good shepherd, and I know mine and mine know me.
(John 10,14)

Eu sou o bom pastor; conheço as minhas ovelhas, e elas me conhecem.
(João 10,14)

sabato 28 aprile 2012


XIII Marcia Ecologica Francescana
 "Fraternità e salute della Terra"
Brasile - Petrópolis (RJ) - Il prossimo 5 maggio, Sabato, ci sarà la  XIII Marcia Ecologica Francescana. Questo è già un appuntamento tradizionale per gli amanti della natura, aria pulita, una bella passeggiata e, per i promotori della pace dell’Integrità e  promozione della vita nel suo complesso. L'evento è patrocinato dall’ Istituto Francescano Teologico, dalla Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù (Petropolis) e dalla Parrocchia di  N.S. da Conceicao (Paty do Alferes). Questo evento si compone di due marce, i cui partecipanti, provenienti da Paty do Alferes e Petrópolis, si incontrano in cima alla Riserva Biologica di Tinguá nel complesso della Serra dos  Órgãos.


XIII Caminhada Ecológica Franciscana
“Fraternidade e Saúde da Terra”

Petrópolis (RJ) - No próximo dia 05 de maio, sábado, acontecerá a XIII Caminhada Ecológica Franciscana. Este já é um evento tradicional para os amantes da natureza, do ar puro, de uma boa caminhada, bem como, para os promotores da Paz, da Integração e Promoção da Vida como um todo. O evento é promovido pelo Instituto Teológico Franciscano, pela Paróquia do Sagrado Coração de Jesus (Petrópolis) e pela Paróquia de N.S. da Conceição (Paty do Alferes). Este evento é composto por duas caminhadas, cujos participantes, provindos de Paty do Alferes e de Petrópolis, se encontram no alto da Reserva Biológica do Tinguá, no conjunto da Serra dos Órgãos.


venerdì 27 aprile 2012


IL CAMMINO DEI PROTOMARTIRI FRANCESCANI: 
tappa inaugurale da Terni a Stroncone

Il giorno 20 maggio 2012 la Provincia di Terni  e la Compagnia dei Romei
vi invitano alla prima tappa del Cammino dei Protomartiri Francescani



Info:
Compagnia dei Romei
tel: 347/5823405    

giovedì 26 aprile 2012

Giornata di Studio “Nuova evangelizzazione e carisma francescano”

L’8 maggio 2012, alle ore 9,00
si terrà l'annuale giornata di studio 
del'Istituto Francescano di Spiritualtà della Pontificia Università Antonianum sul tema
 Nuova evangelizzazione ecarisma francescano, 
in preparazione alla XIII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi su 
La Nuova vangelizzazione per la trasmissione della fede.


PROGRAMMA
Mattina

Modera: prof.ssa suor Mary Melone, S.F.A.
Decano della Facoltà di Teologia della Pontificia Università Antonianum

Saluti
Fr. José Rodríguez Carballo, O.F.M.
Ministro Generale dell’Ordine dei Frati Minori e Gran Cancelliere della Pontificia Università Antonianum

Prof. Priamo Etzi, O.F.M.
Rettore Magnifico della Pontificia Università Antonianum

Introduzione
Prof Paolo Martinelli, O.F.M.Cap.
Preside dell’Istituto Francescano di Spiritualità della Pontificia Università Antonianum

Relazioni
S.E. mons. Nikola Eterović
Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi
Il significato della XIII Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi sulla nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana

P. Raniero CANTALAMESSA, O.F.M.Cap.
Predicatore della Casa Pontificia
Il contributo della spiritualità francescana alla nuova evangelizzazione

Pomeriggio

Moderatore: Fr. Massimo Tedoldi, O.F.M.
Segretario Generale dell'OFM per le Missioni e per l'Evangelizzazione

Testimonianze dalla famiglia francescana per la nuova evangelizzazione
Fr. Jacopo Pozzerle, O.F.M.
L'esperienza della Fraternità Missionaria di Palestrina

Fr. Daniel-Marie Thévénet, O.F.M.Conv.
Presenza francescana in Francia: una esperienza di nuova evangelizzazione

Fr. Giansandro Cornolti, O.F.M.Cap. - Sr. Gemma Dispenza, F.M.V.
Testimoni del Vangelo oggi: l’esperienza delle missioni al popolo in Italia

Conclusioni
Fr. Amando Truillo, T.O.R.
Consigliere Generale del Terzo Ordine Reolare

Programma della Giornata di Studio - Dépliant


mercoledì 25 aprile 2012

Pace e riconciliazione
Corso di Giustizia, Pace e Integrità del Creato
Pontificia Università Antonianum - Roma
17 - 27 aprile 2012







martedì 24 aprile 2012

Incontri di Francescanesimo nelle Marche


In collaborazione con l’Istituto Teologico Marchigiano e la Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani della Pontificia Università Antonianum

In occasione dell’VIII centenario ella “conversione” e “consacrazione”
di santa Chiara di Assisi

sabato12 Maggio, alle ore 9,30 a Loreto

presso la Casa di Spiritualità “Terra dei Fioretti”
(ex-Ostello della Gioventù)

ci sarà la relazione sul tema:

Chiara d’Assisi e l’Altissima povertà
relatrice: Prof.ssa Giovanna Casagrande


L’incontro terminerà con il pranzo alle ore 12.30 insieme a tutti i partecipanti che vorranno fermarsi. È necessario prenotare entro il 7 maggio, rivolgendosi al responsabile dell’organizzazione dei Corsi di Francescanesimo, fr. Lorenzo Turchi ofm, al numero di cellulare: 333.1483396; o all’e.mail:padrelorenzot@libero.it.
In preparazione all’incontro si consiglia di leggere:

Giovanna Casagrande, Intorno a Chiara. Il tempo della svolta: le compagne, i monasteri, la devozione, Edizioni Porzuncola, Asissi 2011.
Felice Accrocca, Conversione di Chiara d’Assisi. Un percorso attraverso le Fonti, Edizioni Porziuncola (La via di Chiara, 1), Assisi 2012.
Marco Bartoli, La santità di Chiara d‘Assisi. Una lettura storica delle Fonti, Edizioni Porziuncola (La via di Chiara, 2), Assisi 2012.




(N.B.: per raggiungere la Casa situata lungo il viale Aldo Moro 46, bisogna percorrere: venendo dall’uscita autostradale di Loreto-Porto Recanati continuare diritto dopo il Supermercato Iper Simply, alla rotonda seguire i cartelli Casa di Spiritualità “Terra dei Fioretti”)

lunedì 23 aprile 2012


Presentazione del volume in occasione del 70º anniversario della morte di santa Teresa Benedetta della Croce (1942-2012)
di Francesco Alfieri OFM

Il 22 aprile 2012, nella Chiesa delle Carmelitane Scalze di Colonia, si è riunito un illustre gruppo di persone, tra i quali il vescovo ausiliare di Colonia, Heiner Koch, per celebrare il 90 compleanno di Sr. Maria Amata Neyer OCD.
Dopo un saluto iniziale della Madre Priora Teresia Ancilla Wißling ha preso la parola la Dott.ssa Monika Pankoke-Schenk, già presidente della Edith Stein Gesellschaft Deutschland. Ella ha rilevato i meriti inestimabili che Suor Amata ha apportato in tutti questi anni alla causa di diffondere e promuovere il pensiero di Edith Stein e l’ha definita sedes sapientiae.
Il provinciale dei Carmelitani Scalzi in Germania, P. Ulrich Dobhan, prima di fare dono a Suor Amata di un volume scritto in suo onore, ed accompagnato dall’autore del volume, P. Francesco Alfieri OFM, ha ricordato il grande ruolo che Suor Amata ha avuto per la causa e la celebrazione della beatificazione di Edith Stein nella stessa città di Colonia, il 1 maggio 1987.
Infine P. Francesco Alfieri ha spiegato come questo volume si sia realizzato nel giro di lunghi otto anni e come questo lavoro possa essere uno strumento utile per gli specialisti di Edith Stein e la scuola fenomenologica.
Dopo la consegna del volume in suo onore Suor Amata, visibilmente commossa, e tra gli applausi di tutti i partecipanti, ha preso la parola per ringraziare tutti per questa sorpresa che lei non aveva minimamente intuita, promettendo che esaminerà con particolare attenzione il volume in suo onore, e augurandosi che la communità intellettuale progredisca sempre di più nell’approfondimento del vivo pensiero di Edith Stein.
La communità delle consorelle di Suor Amata ha voluto onorare Suor Amata nel suo compleanno con un repertorio di canti religiosi.

Per l’acquisto del volume rivolgersi a: vertrieb@echter.de






domenica 22 aprile 2012


III Domenica di Pasqua

Poi disse: «Sono queste le parole che io vi dissi quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi». Allora aprì loro la mente per comprendere le Scritture  e disse loro: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni. (Lc 24,44-48)

 Duccio, Gesù appare ai discepoli



Después les dijo: «Cuando todavía estaba con ustedes, yo les decía: Es necesario que se cumpla todo lo que está escrito de mí en la Ley de Moisés, en los Profetas y en los Salmos».  Entonces les abrió la inteligencia para que pudieran comprender las Escrituras, y añadió: «Así esta escrito: el Mesías debía sufrir y resucitar de entre los muertos al tercer día, y comenzando por Jerusalén, en su Nombre debía predicarse a todas las naciones la conversión para el perdón de los pecados. Ustedes son testigos de todo esto. (Lucas 24,44-48)




He said to them, "These are my words that I spoke to you while I was still with you, that everything written about me in the law of Moses and in the prophets and psalms must be fulfilled." Then he opened their minds to understand the scriptures. And he said to them, "Thus it is written that the Messiah would suffer and rise from the dead on the third day and that repentance, for the forgiveness of sins, would be preached in his name to all the nations, beginning from Jerusalem. You are witnesses of these things. (Luke 24,44-48)

sabato 21 aprile 2012

Perugia: 750° della morte del Beato Egidio d’Assisi (1262-2012)

I Francescani di Perugia invitano la cittadinanza a partecipare alle celebrazioni  in onore del beato Egidio d’Assisi, terzo compagno di San Francesco, nel 750° della sua morte. Uomo di grande contemplazione e di mirabili virtù evangeliche, il b. Egidio visse per circa trent’anni nell’eremo di Monteripido, dove morì il 23 aprile 1262. Il suo corpo fu portato nella chiesa di San Francesco al Prato e oggi è venerato nell’attiguo oratorio di San Bernardino. I suoi celebri Detti, pieni di sapienza e di humour, sono consigli preziosi e validi anche per l’uomo d’oggi.

Programma:

San Francesco al Prato - Oratorio di San Bernardino Perugia

Giovedì 19 aprile
Ore 17,30 - Santa Messa presieduta da fr. Franco Buonamano, Ministro provinciale ofmconv

Venerdì 20 aprile 
Ore 17,30 - Santa Messa presieduta da fr. Antonio Tofanelli, Ministro provinciale ofmcap

Sabato  21 aprile
Ore 10,00 - Relazioni di fr. Bernardo Commodi sul culto del beato Egidio e di fr. Massimo Vedova sulla spiritualità egidiana, con “Momento musicale” a cura del M° Renato Sabatini
Ore 17,30 - Santa Messa presieduta da fr. Bruno Ottavi, Ministro provinciale ofm
Ore 21,00 - Concerto vocale del Coro di Santo Spirito, diretto dal M° In-Sang Hwang

Domenica 22 aprile - Festa del Beato Egidio
Ore 12,00 - Santa Messa presieduta da fra Marco Tasca, Ministro Generale ofmconv
Ore 17,30 - Concelebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, con la partecipazione delle varie Famiglie Francescane

SAN FRANCESCO AL MONTE – MONTERIPIDO

Sabato 30 giugno
Ore 10,00  - Giornata di studio su “Egidio d’Assisi tra storia e agiografia”

Fr. José R. Carballo, Ministro generale OFM
e Fr. Ernest K. Siekierka, Definitore generale 
in Slovenia dal 19 al 21 aprile 2012


"Siete una Provincia profondamente Mariana.
Popolo Sloveno è profondamente Mariano.
Essere uomini e donne mariani
vuol dire essere fedeli.
Ognuno nella sua vocazione.
Portate Maria nel vostro cuore,
portate Maria nella vostra vita,
perché così porterete Cristo.
Maria sempre ci porta a Cristo.
(Ministro generale, 20 aprile 2012 a Brezje)

Brezje, 20 aprile 2012
Brezje,  Santa Messa del 20 aprile 2012

venerdì 20 aprile 2012

Presentazione del volume in occasione del 70º anniversario della morte di santa Teresa Benedetta della Croce (1942-2012)
di Francesco Alfieri OFM


Germania, Colonia - il 22 aprile 2012

Germania, Colonia - il 22 aprile 2012 sarà presentato, presso il Carmelo di Colonia, il volume, in occasione del 70º anniversario della morte di santa Teresa Benedetta della Croce (1942-2012), e nel 90º compleanno di Sr. Maria Amata Neyer, responsabile dell’Edith-Stein-Archiv presso il Carmelo di Colonia: F. Alfieri, Die Rezeption Edith Steins. Internationale Edith-Stein-Bibliographie 1942 – 2012. Festgabe für M. Amata Neyer OCD (La ricezione di Edith Stein. Bibliografia internazionale di Edith Stein 1942-2012, in onore di M. Amata Neyer OCD), Würzburg 2012, pp. 516. 


Il libro può essere ordinato al seguente indirizzo: vertrieb@echter.de

giovedì 19 aprile 2012

Sette anni con Benedetto XVI

La Chiesa celebra oggi, 19 aprile 2012, con gratitudine al Signore il settimo anniversario dell'elezione di Joseph Ratzinger alla Cattedra di Pietro.





mercoledì 18 aprile 2012

Convegno clariano

dal 26 - 29 aprile 2012
a Chitignano - Italia
Monastero delle Clarisse Francescane Missionarie
del SS. Sacramento



martedì 17 aprile 2012


Fr. SETTIMIO MARONCELLI

è morto improvvisamente lunedì 16 aprile alle ore 19,30, presso l’Infermeria provinciale, Provincia di Cristo Re, Frati Minori dell’Emilia-Romagna. Lo stato di salute di Fr. Settimio si è aggravato alla fine del 2010, da allora è stato costretto a ridurre progressivamente il suo lavoro e a ritirarsi presso l’Infermeria provinciale.
Fr. Settimio aveva 69 anni di età, 51 anni di vita religiosa e 43 di sacerdozio.


Ricordiamo al Signore il nostro confratello Settimio con la certezza che il Padre lo accoglierà nel suo Regno.


Il funerale si terrà giovedì 19 aprile, alle ore 11.00, presso la Chiesa di S. Antonio a Bologna.






I Superiori e gli Officiali della Congregazione per il Clero ricordano con sentimenti di fraterna amicizia


Monsignor
SETTIMIO MARONCELLI,
O.F.M.

addormentatosi in questo tempo pasquale nella luce sfolgorante del Risorto, e a lui che per 28 anni ha prestato servizio in tale Dicastero con intenso amore per la Chiesa, augurano nella preghiera di vivere per sempre il gaudio della Gerusalemme celeste.

Il Decano, il Collegio dei Prelati Uditori e gli Officiali del Tribunale della Rota Romana, uniti nella preghiera di suffragio ed in spirito di cristiana speranza, annunciano, partecipando al dolore dei Familiari, il ritorno alla casa del Padre di Padre

SETTIMIO MARONCELLI,
O.F.M.
Già Prelato uditore
del Tribunale Apostolico
della Rota Romana

(L’Osservatore Romano, 18aprile, p. 6)

lunedì 16 aprile 2012

16 aprile 1209 - l'inizio dell'Ordine dei Frati Minori

La Verna

Il 16 aprile nella storia

La Bolla di Papa Clemente XII


CLEMENTE PAPA XII
A perpetua memoria


Siccome il diletto figlio Giuseppe Maria da Ebora, Commissario generale dei Frati dell'Ordine dei Minori di S. Francesco detti dell'Osservanza, ci ha appena spiegato che i Frati di tutti i conventi del suo Ordine il 16 aprile – giorno nel quale  S. Francesco di Assisi, Fondatore dello stesso Ordine, insieme ai suoi Compagni fece la stessa professione, come si suole dire nelle mani di Innocenzo III, Nostro Predecessore di felice memoria – sono soliti in qualsiasi modo rinnovare detta professione, Noi, affinché un'azione tanto pia sia fatta con maggior frutto e ad incremento della devozione dei Frati e per la salute delle anime, attingendo con pia carità ai celesti tesori della Chiesa, a tutti e singoli Frati di qualsiasi convento del suddetto Ordine, presenti e futuri, i quali veramente pentiti, confessati e comunicati, nel predetto 16 aprile rinnoveranno in qualsiasi modo la professione ed eleveranno pie preghiere a Dio per la concordia dei Principi Cristiani, l'estirpazione delle eresie, l'esaltazione della Santa Madre Chiesa, concediamo l'Indulgenza plenaria e la remissione dei loro peccati valide, grazie alla misericordia del Signore, per il presente e per il futuro.
Vogliamo inoltre che ai "transunti" o esemplari anche stampati di queste stesse lettere, sottoscritte dalla mano di qualche Notaio pubblico e munite del sigillo di persona costituita in dignità ecclesiastica, si presti la stessa e identica fede che si presterebbe alle medesime se fossero esibite e mostrate alla presenza dei medesimi.
Dato in Roma presso S. Maria Maggiore sotto l'Anello del Pescatore, il 30 Marzo 1735, anno V del nostro Pontificato.” F.Card. Olivieri

Martirologio francescano

“In tutta la Famiglia Serafica sparsa per il mondo oggi 16 aprile, solenne memoria del giorno venerando, in cui il Santo Padre Francesco, nell'anno 1209, con la Professione della sua Regola nelle mani di Innocenzo Papa III, a sostegno della Chiesa Cattolica, dette inizio all'Ordine dei Frati Minori. Come ricordo di tale felicissimo inizio fu fissata la rinnovazione della Professione, da emettersi con vero fervore da parte di tutti e singoli i sodali, tanto del ramo maschile che femminile di detta Famiglia sia in comune che in privato, e a quanti rinnoveranno la professione è accordata anche l'Indulgenza plenaria concessa dal Papa Clemente XII (Dal martirologio francescano, anno 1939, p. 143.).

85° genetliaco di Benedetto XVI.

16 aprile 2012
Auguri, Santo Padre!




domenica 15 aprile 2012


II Domenica di Pasqua
Domenica della Divina Misericordia

Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!»Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo».

Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c'era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!»Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!».

Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!»Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».

(Gv 20,24-29)

 Giovanni Francesco Barbieri, Incredulità di San Tommaso



Tomas respondió:
«¡Señor mío y Dios mío!
(Juan 20,28)

Thomas answered and said to him:
"My Lord and my God!"
(John 20:28)

Respondeu-lhe Tomé:
Senhor meu, e Deus meu!
(João 20:28)

sabato 14 aprile 2012

La prima libreria cattolica online
dedicata ai pellegrinaggi e ai cammini di fede


La Libreria Terra Santa è finalmente online. Accanto ai tradizionali canali di acquisto via telefono (02 34 91 566) ed e-mail (libreria@edizioniterrasanta.it), per i libri e i supporti multimediali (cd e dvd) si aggiunge l’ordine online con carta di credito sul nuovo sito www.libreriaterrasanta.it: qui potranno essere ordinati sussidi e guide per pellegrinaggi e cammini di fede, ma anche libri su storia e spiritualità francescana; saggistica e letteratura su Medio Oriente e dialogo tra le religioni; archeologia biblica, patristica e orientalistica cristiana; Sacra Scrittura, teologia, liturgia, riviste.

La Libreria Terra Santa è la libreria delle Edizioni Terra Santa, ramo editoriale della Custodia francescana di Terra Santa. Accanto ai libri, nel punto vendita propone anche un vasto assortimento di oggetti in legno di ulivo e madreperla realizzati da artigiani cristiani palestinesi: tante idee per realizzare bomboniere “solidali” (per matrimoni, anniversari, ricorrenze specifiche) contribuendo nel contempo a sostenere i fratelli cristiani del Medio Oriente.

La libreria ospita anche un punto informazioni dell’agenzia viaggi e pellegrinaggi FrateSole (www.fratesole.com), con cataloghi e materiale informativo. FrateSole è la prima agenzia francescana di viaggi e pellegrinaggi in Italia.

Libreria Terra Santa, via G. Gherardini 2 – 20145 Milano
Tel. 02 34 91 566, fax 02 34 77 54, libreria@edizioniterrasanta.it, www.libreriaterrasanta.it

Per info e contatti stampa:
Edizioni Terra Santa, ufficio stampa

venerdì 13 aprile 2012


Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberìade 

Quando già era l'alba, Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora egli disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non riuscivano più a tirarla su per la grande quantità di pesci. Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». (Gv 21,4-7)

Lucas Gassel



"It is the Lord."
(John 21,7)

«¡Es el Señor!»
(Juan 21,7)

"Senhor!"
(João 21:7)