giovedì 31 maggio 2012

Un contratto discografico per un Frate minore

Fr. Alessandro Brustenghi, della Provincia Serafica di San Francesco d'Assisi, ha firmato, a Londra, un contratto con la major discografica Decca Records/Universal Music.
Qualche tempo fa Mike Hedges (U2, The Cure, Manic Street Preachers) e il suo manager hanno scoperto il  tenore francescano, Fr. Alessandro, vedendo in lui il "tenore italiano del futuro".
La firma del contratto, l'audizione dinanzi ai dirigenti di Universal Music giunti a Londra da 25 Paesi per un meeting internazionale Decca a Westmintster, la registrazione del primo album negli arcinoti studi di Abbey Road ed il lancio del disco ad ottobre, in prossimità della festa di san Francesco, non cambiano la vita di Fr. Alessandro che continuerà ad accogliere i pellegrini nella Basilica Papale di Santa Maria degli Angeli per parlare loro dell'esperienza che vi ebbe Francesco d'Assisi 800 anni fa, di come un uomo possa aver lasciato tutto per cantare a tutti l'Amore ed il Perdono di Dio.
In attesa dell'album, che come detto sarà pubblicato a ottobre, e che conterrà musica sacra tradizionale e moderna, incluso un brano originale del compositore Paul Mealor, sulle parole di una preghiera scritta da San Francesco di Assisi, si propone un breve video con parziale esecuzione di Panis Angelicus.

Per chi volesse seguire più da vicino tutto ciò che concerne il lancio di questo album segnaliamo il sito ufficiale www.friaralessandro.com

mercoledì 30 maggio 2012

La Fraternità OFM in cifre

I Frati Minori, al 31 dicembre 2011, sono 14067. 
Qualche dettaglio: Postulanti, 592 (non entrano nel computo); Novizi, 365; Professi temporanei, 1380 (Fratres cum optione clericali: 982; Fratres sine optione clericali: 162; Fratres sine optione: 236); Professi solenni, 12322 (sac.: 9618; diac. perm.: 63; Frati con opzione clericale: 451; Frati laici: 2076). I nostri Fratelli Cardinali (6) e Arcivescovi/Vescovi (108) sono 114. I Frati defunti nel corso dell’anno sono stati 284.
I Frati Minori, presenti in 110 Paesi, sono così distribuiti: Africa e Medio Oriente: 1088; America Latina: 3374; America settentrionale: 1423; Asia-Oceania: 1374; Europa occidentale: 4366; Europa orientale: 2442.
La Fraternità universale è strutturata in 99 Province, 7 Custodie Autonome e 7 Entità dipendenti dal Ministro generale, 14 Conferenze dei Ministri provinciali e 3 Unioni di Conferenze (Asia/Oceania: FCAO; America Latina: UCLAF; Europa: UFME).
La statistica non è l’elemento più importante per valutare la qualità della nostra vita, ma un’«occasione» per riflettere, tra l’altro, sulla significatività evangelica della nostra vita francescana: è espressione del Vangelo secondo la forma di vita che ci ha lasciato Francesco? "Parla" all’uomo di oggi? È "visibile", credibile, eloquente? (cfr. J. R. Carballo, Lettera ai giovani Frati under ten, n. 19, 8 maggio 2012).




La Fraternité OFM en chiffres

Les Frères Mineurs étaient 14607 au 31 décembre 2011. 
Quelques détails: Postulants, 592 (ils n’entrent pas dans la somme); Novices, 365; Profès temporaires, 1380 (Fratres cum optione clericali: 982; Fratres sine optione clericali: 162; Fratres sine optione: 236); Profès solennels, 12322 (sac.: 9618; diacres permanents : 63; Frères avec option cléricale : 451; Frères laïcs: 2076). Nos Frères Cardinaux (6) et Archevêques/évêques (108) sont 114. Les Frères décédés au cours de l’année furent 284.
Les Frères Mineurs, présents dans 110 pays, sont ainsi distribués : Afrique et Moyen Orient: 1088; Amérique latine: 3374; Amérique du Nord: 1423; Asie-Océanie : 1374; Europe occidentale: 4366; Europe orientale: 2442.
La Fraternité universelle se structure en 99 Provinces, 7 Custodies autonomes e 7 Entités qui dépendent du Ministre général, 14 Conférences des Ministres provinciaux et 3 Unions de Conférences (Asie/Océanie : FCAO; Amérique latine: UCLAF; Europe: UFME).
La statistique n’est pas l’élément le plus important d’évaluation de la qualité de notre vie, mais il s’agit d’une occasion propice pour réfléchir, entre autres, sur la signification évangélique de notre vie franciscaine : est-elle l’expression de l’Évangile selon la forme de vie que nous a laissée François ? Parle t’elle à l’homme d’aujourd’hui ? Est-elle « visible », crédible, éloquente ? (cf. J. R. Carballo, Lettre aux jeunes Frères Under ten, n. 19, 8 mai 2012).

martedì 29 maggio 2012

Polonia – III° Meeting francescano d’Europa

Il terzo Meeting francescano d’Europa si svolgerà, dal 27 al 31 agosto 2012, nella casa del pellegrino sul monte di S. Anna presso il Santuario di S. Anna (Góra Św. Anny), in Polonia. 
Nei giorni dell'incontro i giovani avranno la possibilità di scoprire la bellezza del proprio “volto”, attraverso lo specchio dell’Amore di Dio in Cristo, come scrive Santa Chiara ad Agnese, e il confronto, che va al di là dei confini nazionali, fondato sulla Parola di Dio e l’esperienza viva di Francesco e Chiara. Le iscrizioni devono essere spedite al seguente indirizzo entro il 30 giugno 2012: euroframe2012@gmail.com
Il I° incontro si è celebrato in Assisi nel 2007 e il secondo a Santiago de Compostela in Spagna nel 2009.


Poland – III Franciscan Meeting of Europe

The third Franciscan Meeting of Europe will be held from August 27-31, 2012, at the pilgrim house on the mount St. Anne at the Shrine of St. Anne (Góra Sw. Anny) in Poland. During these days, the young people will have the opportunity to discover the beauty of their "faces" through the mirror of God's Love in Christ, as written by St. Clare to Agnes.  It will be an experience that will go beyond national borders and will be founded on the Word of God and the living experience of both Francis and Clare. Enrollment must be e-mailed June 30, 2012, to euroframe2012@gmail.com The first meeting was held in Assisi in 2007 and the second in Santiago de Compostela in Spain in 2009.


Polonia – 3° Encuentro franciscano de Europa


La tercera reunión franciscana de Europa se llevará a cabo, del 27 al 31 de agosto de 2012, en la Casa del peregrino de Santa Ana en el Santuario de Santa Ana (Góra Św. Anny), en Polonia. 
Durante los días del encuentro los jóvenes tendrán la oportunidad de descubrir la belleza de su “rostro”, a través del espejo del Amor de Dios en Cristo, como escribía S. Clara a Inés, y la confrontación, que va más allá de las fronteras nacionales, es del 30 de junio de 2002: fundada sobre la Palabra de Dios y la experiencia viva de Francisco y Clara. Las inscripciones deben de ser enviada a la siguiente dirección antes del 30 de junio de 2012: euroframe2012@gmail.com
El 1° encuentro se celebró en Asís en el año 2007 y el 2° en Santiago de Compostela en el año 2009.



Polska - III Europejskie Spotkanie Franciszkańskie

W dniach 27-31 sierpnia 2012 r. w Sanktuarium Św. Anny, na Górze Św. Anny w Polsce odbędzie się III Europejskie Spotkanie Franciszkańskie. Podczas Spotkania ludzie młodzi będą mieli możliwość odkrycia piękna własnego oblicza, poprzez zwierciadło Miłości Bożej w Chrystusie - jak pisze Św. Klara do Agnieszki - oraz konfrontacji opartej na Słowie Bożym i żywym doświadczeniu Franciszka i Klary, która przekracza granice narodów. Zgłoszenia do udziału w spotkaniu można nadsyłać do dnia 30.06.2012 r. na adres: euroframe2012@gmail.com
Pierwsze Spotkanie odbyło się w 2007 r. w Asyżu, a Drugie w roku 2009 w Santiago de Compostela.

Poljska – III. Franjevački susret Europe

Treći franjevački susret Europe bit će od 27. – 31. kolovoza 2012., u kući hodočasnika na Brdu S. Anna uz Svetište sv. Ane (Góra Św. Anny), u Poljskoj. 
U danima susreta mladi će imati mogućnost otkrivanja ljepote vlastitoga “lica”, u ogledalu Božje Ljubavi u Kristu, kako piše sveta Klara Janji, i susreta, koji nadilazi nacionalne granice, koji je utemeljen na Božjoj riječi i na živom iskustvu Franje i Klare. Prijave treba poslati na slijedeću adresu do 30. lipnja 2012. godine: euroframe2012@gmail.com
Prvi susret slavio se je u Asizu 2007. godine i drugi u Santiago de Compostela u Španjolskoj 2009. godine.


Polônia – III Encontro franciscano da Europa

O III Encontro franciscano da Europa acontecerá de 27 a 31 de agosto de 2012, na casa do peregrino sobre o monte Sant’Ana, junto ao Santuário de Sant’Ana (Góra Św. Anny), na Polônia. 
Nos dias de encontro, os jovens terão a possibilidade de descobrir a beleza do próprio “rosto”, através do espelho do Amor de Deus em Cristo, como escreve Santa Clara à Ir. Inês de Parga, e a confrontação, que vai além dos confins nacionais, fundamenta-se na Palavra de Deus e na experiência viva de Francisco e Clara. As inscrições devem ser enviadas a este endereço, até junho de 2012: euroframe2012@gmail.com
O primeiro Encontro foi celebrado em Assis, em 2007; o segundo, em Santiago de Compostela - Espanha, em 2009.

Polen – Drittes „franziskanisches Meeting“ für Europa

Das dritte „franziskanische Meeting“ für Europa wird vom 27.-31. August 2012 im Pilgerhaus auf dem Berg der hl. Anna in der Nähe des Wallfahrtsortes Annaberg (Góra Św. Anny) in Polen stattfinden.
Während dieses Treffen haben die Jugendlichen die Möglichkeit, die Schönheit des eigenen „Antlitzes“ zu entdecken, v.a. durch die Betrachtung des Spiegels der Liebe Gottes, der uns in Christus vorgehalten wird, wie schon die hl. Klara an Agnes von Prag geschrieben hat. Zum anderen soll dies auch durch die gegenseitige Auseinandersetzung geschehen, die auf dem Wort Gottes und der lebendigen Erfahrung von Franziskus und Klara gründen soll. Darin sollen die Jugendlichen die eigenen nationalen Grenzen überschreiten und aufeinander zugehen können. Die Anmeldungen sollen bis zum 30. Juni 2012 an folgende Adresse gesendet werden: euroframe2012@gmail.com
Das erste Meeting fand 2007 in Assisi statt, das zweite 2009 in Santiago de Compostela (Spanien).

Pologne – 3ième Rencontre  franciscaine d’Europe

Le troisième Meeting des jeunes d’Europe aura lieu du 27 au 31 août 2012, à l’auberge du pèlerin de la montagne de sainte Anne auprès du Sanctuaire de sainte Anne (Góra Św. Anny), en Pologne. 
Pendant les journées de rencontre, les jeunes auront la possibilité de découvrir la beauté   de leur propre « visage », à travers le miroir de l’amour de Dieu dans le Christ, comme l’écrit sainte Claire à Agnès, et de vivre une échange qui ira  au-delà des frontières nationales, fondée sur la parole de Dieu et l’expérience vécue de François et de Claire. Les inscriptions doivent être envoyées à l’adresse suivante  jusqu’au 30 juin 2012: euroframe2012@gmail.com
La première rencontre a eu lieu à Assise en 2007 et la seconde à Santiago de Compostelle en 2009.

lunedì 28 maggio 2012

"Sigillo della Città di Bari" (Italia)

In occasione del VI Convegno Internazionale di fenomenologia dal titolo: “In ascolto di Edith Stein. Il lascito teoretico di Edith Stein nel mondo”, che si è svolto il 24-25 maggio 2012 presso l’Aula Magna “Aldo Cossu” dell’Università degli Studi di Bari è stato conferito a Fr. Francesco Alfieri (della Provincia dell’Assunzione della B.V.M di Lecce, il "Sigillo della Città di Bari" da parte dell'Assessore Gianluca Paparesta.


La lettera del Sindaco Michele Emiliano, Sindaco della Città di bari, dove sono contenute le motivazioni del Premio.

“Stimatissimo Padre Francesco Alfieri,
in questi anni il Sindaco Michele Emiliano e noi tutti suoi collaboratori abbiamo costatato la tenacia e il grande rigore con il quale si è sempre messo al servizio della Città di Bari nel seguire i progetti culturali di questi convegni nell’Ateneo barese.
Il Sindaco Michele Emiliano in occasione di questo convegno ha voluto fortemente che Le venisse consegnato il Sigillo della Città di Bari non solo per i suoi meriti di studioso ed abile organizzatore di questi Convegni, ma soprattutto perché è divenuto il punto di riferimento per molti giovani di questa Università.
Allo studioso di Edith Stein è intimamente legata la sua vocazione religiosa. Un binomio che fa di lei una persona speciale e a noi tutti molto cara. Potrei dire che ogni volta che ci viene a trovare ci ha sempre donato una forte dose di ottimismo nonostante noi che siamo del mestiere sappiamo gli imprevisti che possono sempre nascere quando si mette in moto una macchina organizzativa come questa. Ma Lei in questo ci è da monito perché ci ha dimostrato che è possibile  lavorare bene se si è disposti a lavorare iniseme con gli altri. Questo stile molto caro al Sindaco Michele Emiliano è comune anche a Lei e credo che questa sia l’unica strada percorribile per arrivare al cuore delle persone.

La Città di Bari nella persona del Sindaco Michele Emiliano Le è vicina e soterrà sempre il suo operato.  Questo legame vuole oggi essere ancor più visibile con la consegna di questo dono di rappresentanza.”







domenica 27 maggio 2012

PENTECOSTE

Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste,
si trovavano tutti insieme nello stesso luogo.
Venne all'improvviso dal cielo un fragore,
quasi un vento che si abbatte impetuoso,
e riempì tutta la casa dove stavano.
Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano,
e si posarono su ciascuno di loro,
e tutti furono colmati di Spirito Santo
e cominciarono a parlare in altre lingue,
nel modo in cui lo Spirito dava loro il potere di esprimersi.

(At 2,1-4)

El Greco



Al llegar el día de Pentecostés,
estaban todos reunidos en el mismo lugar.
De pronto, vino del cielo un ruido,
semejante a una fuerte ráfaga de viento,
que resonó en toda la casa donde se encontraban.
Entonces vieron aparecer unas lenguas como de fuego,
que descendieron por separado sobre cada uno de ellos.
Todos quedaron llenos del Espíritu Santo,
y comenzaron a hablar en distintas lenguas,
según el Espíritu les permitía expresarse.

(Hechos de los Apostoles 2,1-4)


Joseph Ignaz Mildorfer










When the time for Pentecost was fulfilled,
they were all in one place together.
And suddenly there came from the sky a noise
like a strong driving wind, 
and it filled the entire house in which they were.
Then there appeared to them tongues as of fire, 
which parted and came to rest on each one of them.
And they were all filled with the holy Spirit
and began to speak in different tongues, 
as the Spirit enabled them to proclaim.

(Acts 2,1-4)

venerdì 25 maggio 2012

Messaggio del Ministro generale OFM ai frati “Under 10”

Vi scrivo questa lettera, alla vigilia del IV Capitolo delle Stuoie “under ten”, per continuare il dialogo che in questi anni di servizio alla Fraternità universale ho mantenuto con voi nelle visite alle Entità dell’Ordine e attraverso i vostri messaggi, a cui, nei limiti del possibile, ho cercato di rispondere.

Os escribo esta carta, Reaviva el don de Dios que hay en ti (cf. 2Tim 1, 6), en vísperas del IV Capítulo de las Esteras “under ten”, para continuar el diálogo que en estos años de ser- vicio a la Fraternidad universal como Ministro general he tenido con vosotros en las visitas a las distintas Entidades de la Orden y a través de vuestros mensajes, a los cuales, en la medida de lo posible, he intentando responder.

I write this letter to you, Rekindle the gift of God within you (cf. 2Tim 1, 6), on the eve of the 4th Chapter of Mats “under ten”, in order to continue the dialogue with you that I have had during these years of my service to the Universal Fraternity as Minister General. This has come through visits to the various Entities of the Order and through messages from you, to which I have tried to reply as well as I could.

Il Capitolo si celebrerà in Messico dal 2 al 10 di Giugno 2012
The Chapter will be celebrated in Mexico from June 2-10, 2012.

El Capítulo se celebrará en México del 2 al 10 de junio 2012.


Hrvatski: Raspiruj milosni dar božji koji je u tebi 
Slovensko: Poživi božji dar, ki je v tebi 

giovedì 24 maggio 2012

Il nuovo sito web del Santuario di Cafarnao


La Custodia di Terra Santa lancia il nuovo sito web del Santuario di Cafarnao www.cafarnao.custodia.org, seconda tappa del progetto di rinnovamento degli spazi on line sui santuari, dopo quello dedicato alla basilica del Santo Sepolcro. Aggiornato nella grafica e nei contenuti, in quattro lingue diverse (italiano, inglese, francese e spagnolo), esso offre la possibilità a pellegrini e appassionati di conoscere la “Città di Gesù” attraverso più sezioni tematiche che accompagnano il visitatore in un suggestivo viaggio virtuale. Alla voce “Storia e archeologia” è possibile trovare contributi sugli scavi realizzati dai francescani e sulla riscoperta della casa dell’apostolo Pietro; la sezione “Visita” permette, attraverso virtual fotografici e ricostruzioni 3D ricavate dallo studio delle indagini archeologiche, di avere uno spaccato completo del luogo, dalle origini ad oggi. Per la prima volta, accanto al “viaggio fotografico”, sono stati introdotti i tour ricostruttivi della casa di Pietro, attraverso i quali è possibile comprendere lo sviluppo del Luogo Santo nelle sue fasi principali. Nella parte dedicata alla “Spiritualità” vengono offerti spunti di riflessione su eventi legati alla vita di Gesù. Completa il pellegrinaggio virtuale la parte delle “Testimonianze”, una raccolta di passi scelti tra le pubblicazioni di viaggiatori e archeologi antichi e più recenti, che offrono curiose occasioni di lettura a quanti desiderano approfondire la conoscenza di Cafarnao. Il progetto di rinnovo dei siti internet è guidato dal segretario custodiale, fra Silvio Rogelio De La Fuente e coordinato da don Paolo Padrini. Nel prossimo trimestre verranno lanciati i siti dei santuari del Getsemani, della Natività e dell’Annunciazione.

mercoledì 23 maggio 2012


I francescani e il Concilio Vaticano II
Giornata di Studio della Facoltà di Teologia


Martedì 22 maggio 2012presso l’aula A della Pontificia Università Antonianum, si è tenuta la giornata di studio della Facoltà di Teologia sul tema I francescani e il Concilio Vaticano II.


prof. Riccardo Burigana, prof. Alberto Melloni, prof. Priamo Etzi


assemblea

prof. Alberto Melloni , prof. Riccardo Burigana, prof.ssa Mary Melone 



martedì 22 maggio 2012

Medioevo, storia, filosofia e teologia, Master universitario di secondo livello, Edizione VI


Roma – Medioevo, storia, filosofia e teologia, Master universitario di secondo livello, Edizione VI. Il master fornisce competenze circa l’edizione di testi sviluppando le capacità di valutazione e di lettura dei codici manoscritti; consente di acquisire le nozioni fondamentali sul profilo storico, istituzionale, filosofico e teologico relativo ai testi francescani medievali.


Il Master è organizzato congiuntamente dalla Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani e la LUMSA di Roma. La domanda di iscrizione sarà disponibile a partire dal 13 settembre 2012. Per informazioni rivolgersi a: segreteria@antonianum.eu

lunedì 21 maggio 2012

La riforma farnesiana e il Monastero di Fara in Sabina
Convegno di studio, Fara in Sabina (Italia)
24-26 maggio 2012
Il Monastero delle Clarisse Eremite di Santa Maria della Provvidenza in Fara in Sabina celebra l’VIII Centenario della consacrazione di Santa Chiara nella Porziuncola, ovvero l’VIII Centenario della fondazione del secondo ordine francescano delle sorelle povere di Santa Chiara, promuovendo insieme al Centro Europeo di Studi Agiografici, la Provincia di Rieti, un convegno che ha il suo fondamento nella figura della fondatrice per arrivare fino ai giorni nostri, percorrendo le strade della storia del francescanesimo nel Reatino e in particolare del Monastero delle Clarisse Eremite di Fara in Sabina con il suo Museo del Silenzio, espressione della complessità della vita spirituale che si confronta con l’estrema semplicità di vita materiale della comunità monastica.

domenica 20 maggio 2012


Ascensione del Signore

Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro,
fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio.
Allora essi partirono e predicarono dappertutto,
mentre il Signore agiva insieme con loro
e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.
Marco 16,19-20


La Verna

Después de decirles esto,
el Señor Jesús fue llevado al cielo
y está sentado a la derecha de Dios.
Ellos fueron a predicar por todas partes,
y el Señor los asistía
y confirmaba su palabra
con los milagros que la acompañaban.
Marcos 16,19-20


So then the Lord Jesus,
after he spoke to them,
was taken up into heaven
nd took his seat at the right hand of God.
But they went forth and preached everywhere,
while the Lord worked with them
and confirmed the word through accompanying signs.
Mark 16,19-20



La Verna




Ora, o Senhor, depois de lhes ter falado,
foi recebido no céu, e assentou-se à direita de Deus.
Eles, pois, saindo, pregaram por toda parte,
cooperando com eles o Senhor,
e confirmando a palavra
com os sinais que os acompanhavam.
Markos 16:19-20

sabato 19 maggio 2012

I francescani e il Concilio Vaticano II
Giornata di Studio della Facoltà di Teologia

Roma - Martedì 22 maggio 2012, 
alle ore 9.00, presso l’aula A della Pontificia Università Antonianum



venerdì 18 maggio 2012

Insieme con Maria Mediatrice

Gli abitanti della zona di S. Maria Mediatrice in Roma si sono uniti in preghiera con Maria, la Madre di Gesù, in chiesa della Curia generale, giovedì 17 maggio 2012

giovedì 17 maggio 2012

CENTRO ITALIANO DI LULLISMO (E. W. PLATZECK)
XI INCONTRO
DEL CENTRO ITALIANO DI LULLISMO
(E. W. PLATZECK)

Scuola Superiore di Studi Medievali e Francescani
Pontificia Università Antonianum
Via Merulana, 124 - Roma

Venerdì 18 maggio 2012 - Aula A

Programma
Ore 15.30

Saluti: Pietro Messa - Josep Perarnau i Espelt

Interventi

Mons. Gabriel Ramis, La causa di Raimondo Lullo tra beatificazione e canonizzazione

Prof. Andrea Maiarelli, I processi di beatificazione di Raimondo Lullo tra storia e memoria
   
Comunicazioni dei partecipanti del Centro Italiano di Lullismo
Lavori in corso e prospettive italiane degli studi di lullismo


Raimondo Lullo, Il Libro del Gentile e dei tre Savi, a cura di Sara Muzzi, traduzione italiana di Anna Baggiani  (Letture cristiane del secondo millennio), Ediz. Paoline, Milano 2012, pp. 360, euro 36,00, ISBN: 978-88-315-3926-5.
Per informazioni rivolgersi:
Segreteria: Via Merulana, 124 - 00185 Roma
tel. 39.06.70373502; fax: 39.06.70373604


mercoledì 16 maggio 2012

Presentazione del volume "Maschile e femminile, vita consacrata, francescanesimo. Scritti per l'VIII centenario dell'Ordine di Santa Chiara (1212-2012)

Roma - Pontificia Università Antonianum - Aula A
il 25 maggio 2012 alle ore 17 


In occasione della chiusura dell'Anno accademico, l'Istituto Francescano di Spiritualità propone ai docenti e studenti e a tutti gli interessanti un momento di  celebrazione, di preghiera e di festa.
Il momento avrà inizio alle ore 17 in aula A con la presentazione del volume Maschile e femminile, vita consacrata, francescanesimo. Scritti per l'VIII centenario dell'Ordine di Santa Chiara, a cura di P. Martinelli, EDB, Bologna 2012.

Successivamente vi sarà un momento di preghiera e di ricordo delle attività svolte durante l'anno accademico per terminare poi con un momento di cena condivisa.

martedì 15 maggio 2012

Le case dei santi
Un percorso nella Roma cristiana dal '500 al '700

Realizzazione:  minoritica Provincia Romana dei SS. apostoli Pietro e Paolo
Referenti:  minoritica Provincia Romana dei SS. apostoli Pietro e Paolo
Centro Culturale aracoeli
Scala dell’arce Capitolina, 12 – 00186 Roma
tel.: 06 69763831 – fax: 06 69763832


Roma 25 maggio - 23 giugno 2012
Orario di apertura
dal 25 al 23 giugno
ogni venerdì, sabato e domenica
9.00-12.30/16.30-18.30
ingresso gratuito
(le visite di domenica sono da regolarsi secondo gli orari delle SS. Messe)






lunedì 14 maggio 2012


Il discorso che era stato preparato dal Santo Padre per la visita al santuario de la Verna

Cari Frati Minori,
care figlie della Santa Madre Chiara,
cari fratelli e sorelle: il Signore vi dia pace!


Contemplare la Croce di Cristo! Siamo saliti pellegrini presso il Sasso Spicco della Verna dove «due anni prima della sua morte» (Celano, Vita Prima, III, 94: FF, 484) san Francesco ebbe impresse nel suo corpo le piaghe della gloriosa passione di Cristo. Il suo cammino di discepolo lo aveva portato ad una unione così profonda con il Signore da condividerne anche i segni esteriori del supremo atto di amore della Croce. Un cammino iniziato a San Damiano davanti al Crocifisso contemplato con la mente e con il cuore. La continua meditazione della Croce, in questo luogo santo, è stata via di santificazione per tanti cristiani, che, durante otto secoli, si sono qui inginocchiati a pregare, nel silenzio e nel raccoglimento.

La Croce gloriosa di Cristo riassume le sofferenze del mondo, ma è soprattutto segno tangibile dell’amore, misura della bontà di Dio verso l’uomo. In questo luogo anche noi siamo chiamati a recuperare la dimensione soprannaturale della vita, a sollevare gli occhi da ciò che è contingente, per tornare ad affidarci completamente al Signore, con cuore libero e in perfetta letizia, contemplando il Crocifisso perché ci ferisca con il suo amore.






«Altissimu, onnipotente, bon Signore, Tue so’ le laude, la gloria e l’honore et omne benedictione» (Cantico di Frate Sole: FF, 263). Solo lasciandosi illuminare dalla luce dell’amore di Dio, l’uomo e la natura intera possono essere riscattati, la bellezza può finalmente riflettere lo splendore del volto di Cristo, come la luna riflette il sole. Sgorgando dalla Croce gloriosa, il Sangue del Crocifisso torna a vivificare le ossa inaridite dell’Adamo che è in noi, perché ciascuno ritrovi la gioia di incamminarsi verso la santità, di salire verso l’alto, verso Dio. Da questo luogo benedetto, mi unisco alla preghiera di tutti i francescani e le francescane della terra: «Noi ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo qui e in tutte le chiese che sono nel mondo, perché con la tua santa croce hai redento il mondo».

domenica 13 maggio 2012


La visita del Santo Padre Benedetto XVI. de La Verna
è stata annullata a causa delle avverse condizioni meteo.


Come abbiamo aspettato il Papa: Le foto

VISITA PASTORALE DI BENEDETTO XVI AD AREZZO, 
LA VERNA E SAN SEPOLCRO


Oggi, 13 maggio 2012, Benedetto XVI compirà una visita pastorale ad Arezzo, alla Verna e Sansepolcro, tre località italiane dalle forte impronta monastica e contemplativa.

Alle 8:00 il Santo Padre partirà in elicottero per Arezzo dove giungerà un'ora dopo.

Alle 10:00 presiederà la Concelebrazione Eucaristica e guiderà la recita del "Regina Caeli" nel parco "Il Prato". Successivamente Benedetto XVI compirà una visita in privato alla Cattedrale di San Donato di Arezzo.

Dopo il pranzo con i Vescovi della Toscana, il Papa riprenderà l'elicottero per recarsi al Santuario della Verna e sostare alla Cappella delle Stimmate, dove San Francesco soleva meditare. Sulla spianata del Santuario il Papa incontrerà le varie Comunità dei Frati Minori, le Monache Clarisse della Toscana e le Religiose residenti a Chiusi della Verna.



Alle 18:30, sempre in elicottero, il Papa si trasferirà a Sansepolcro, dove visiterà la Cattedrale che custodisce il crocifisso denominato "Volto Santo", il volto più antico finora conosciuto di crocifisso tunicato. Alle 19:30 Benedetto XVI incontrerà la cittadinanza di Sansepolcro in Piazza Torre di Berta e al termine rientrerà in Vaticano alle 20:15.


sabato 12 maggio 2012


Discorso di Giovanni Paolo II alle Comunità francescane
nel Santuario della Verna
(17 settembre 1993)

Carissimi Fratelli e Sorelle!
Quest’incontro con voi Figli e Figlie di san Francesco, in un luogo tanto suggestivo e significativo per la storia e la spiritualità francescana, suscita nel mio animo una intima e profonda gioia. Ringrazio il Padre Hermann Schalück, Ministro Generale dei Frati Minori per le gentili parole che, anche a nome dei Superiori Generali degli altri Ordini – che saluto cordialmente – e di tutti i presenti, mi ha poc’anzi rivolto.
Numerose fonti storiche descrivono il desiderio di contemplazione che accompagnò l’intera esistenza di Francesco. Si legge nella Leggenda Maggiore di San Bonaventura che egli «lasciava la folla col suo chiasso e cercava la solitudine, col suo segreto e la sua pace: là, dedicandosi più liberamente a Dio, detergeva dall’anima ogni più piccolo grano di polvere» (FF 1222).
Le prolungate soste del Poverello su questo monte sono eloquente testimonianza del suo bisogno di solitudine. È significativo, al riguardo, il fatto che Francesco, pur così fermo nella radicale scelta di povertà, non abbia rifiutato il dono della Verna, offertagli, com’è noto, dal Conte Orlando di Chiusi, affinché potesse trascorrervi lunghe quaresime in totale dedizione alla preghiera ed alla penitenza. La caratteristica conformazione naturale e le forti asperità del luogo facevano sì che esso, come affermano i Fioretti, fosse «troppo bene atto a chi volesse fare penitenza, in luogo rimosso dalla gente, o a chi desiderasse vita solitaria» (FF 1897).
L’eremo della Verna divenne così uno dei rifugi più amati da Francesco e particolarmente caro alla tradizione minoritica. Qui il Poverello di Assisi ricevette le stimmate quasi a suggello della sua costante e appassionata ricerca di Dio.
L’austero e magnifico Santuario, nel quale ci troviamo, rimane ancora oggi uno dei segni quasi tangibili dell’anima contemplativa di Francesco e della lezione che egli ha lasciato, al riguardo, a tutto il Francescanesimo. Esso ricorda ai numerosi pellegrini e visitatori, anche dei nostri tempi, secondo la felice espressione della Leggenda Minore, come «il verace amore di Cristo» trasformò «l’amante nell’immagine perfetta dell’Amato» (FF 1377).
La considerazione di Cristo crocifisso fu per Francesco così intensa ed intrisa di amore da portarlo gradualmente alla identificazione con Lui. Nella povertà, nell’umiltà e nelle sofferenze del Crocifisso, egli scoprì la sapienza divina, rivelata agli uomini nel Vangelo, una sapienza che sorpassa e vince ogni mondano sapere.
Dalla fecondità di questa intuizione francescana sono scaturiti molteplici frutti di santità nella Chiesa. San Francesco continua nei secoli ad esercitare un singolare fascino su innumerevoli persone che, nei diversi stati di vita, si sentono attratte ad intraprendere lo stesso itinerario spirituale e religioso.
Nella società attuale, tra tanti fenomeni di segno i diverso, emerge in modo sempre più chiaro un bisogno reale di verità, di essenzialità e di autentica esperienza di Dio. A voi, carissimi Figli e Figlio di Francesco, a motivo della speciale vocazione che riassume ed armonizza nascondimento nell’eremo e impegno apostolico, spetta il compito di additare anche ai nostri contemporanei, in atteggiamento di fraternità universale, la risposta appagante a tali attese. Essa consiste nell’abbandono fiducioso all’amore salvifico, anche se crocifiggente, del Signore Gesù.
Possano le vostre Comunità, carissimi Fratelli e Sorelle, diventare sempre più, nel solco di una tradizione ormai secolare, centri irradianti di tale viva spiritualità; siano richiamo costante ai valori cristiani e proposta coraggiosa di quella scelta totale di Dio da cui sgorgano il servizio sincero per ogni uomo e l’impegno fattivo per la costruzione della pace.
Accanto a Francesco la Provvidenza celeste ha posto Chiara, la giovane assisiate che meglio d’ogni altro seppe capirne ed assimilarne lo spirito. Di questa vergine mite e forte celebriamo quest’anno l’ottavo centenario della nascita. Come ho avuto modo di ricordare nella Lettera indirizzata alle Claustrali in occasione dell’apertura di tale giubileo, «l’itinerario contemplativo di Chiara, che si concluderà con la visione del “Re della gloria” (Proc IV, 19: FF 3017) inizia proprio dal suo consegnarsi totalmente allo Spirito del Signore, alla maniera di Maria nell’Annunciazione» (n. 2).
La figura di Chiara, «prima pianticella» di Francesco (Leggenda maggiore, IV, 6, FF 1074) sia modello di ogni vita minoritica, dedita interamente ad «osservare il santo Vangelo del nostro Signore Gesù Cristo» (Regola Bollata, I, FF 75). Auspico di cuore che le celebrazioni centenarie risveglino nelle Clarisse la freschezza dell’entusiasmo originario e portino quanti camminano sulle orme del Poverello a riscoprire l’essenzialità della contemplazione nella loro più genuina tradizione.
Con tali sentimenti, mentre affido al Signore l’intera Famiglia francescana, rinnovo a ciascuno e a ciascuna di voi l’incoraggiamento a proseguire nella fedele sequela del vostro Serafico Padre. Vi accompagni l’augurio di “pace e bene”, a lui tanto caro, e la mia Benedizione, che di cuore vi imparto, estendendola volentieri ad ognuna delle vostre Fraternità disseminate nel mondo intero.

Fonte: Acta Ordinis Fratrum Minorum II (1993), 135-136.